Falsi registri,sequestrato centro medico

Il "Centro di Medicina della Riproduzione e Infertilità" di Catania è stato sequestrato dalla Guardia di finanza su disposizione del Gip del Tribunale del capoluogo etneo nell'ambito di una inchiesta su falsità ideologica in certificati commessa fino al gennaio del 2015 dal legale rappresentante della struttura e medico specializzato in ginecologia e ostetricia Carlo Torrisi e dal medico anestesista Corrado Uccello. La Procura ha indagato i due per falsità ideologica in certificati commessa da persone esercenti un servizio di pubblica necessità e di abusivo esercizio della professione sanitaria. Secondo le accuse, in concorso con un infermiere a quel tempo in servizio nell'ospedale SS. Salvatore di Paternò, avrebbero redatto e sottoscritto i registri di alcuni interventi operatori avvenuti presso il centro attestando falsamente che erano stati eseguiti in presenza del medico anestesista Uccello quando invece quest'ultimo era assente ed era stato sostituito dall'infermiere.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Buscemi

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...